venerdì 25 gennaio 2008

Quegli ebrei partiti da casa nostra



Si avvicina il 27 gennaio e anche quest'anno vorrei, nel mio piccolo, ricordare la GIORNATA DELLA MEMORIA DELLA SHOAH.

La prima cosa che vi consiglo di fare è cliccare su QUESTO LINK per leggere un bellissimo articolo della mia amica Teresa Rauzino sugli internati slavi ed i 16 ebrei che, partiti dal campo di concentramento di Manfredonia, morirono poi nei campi della Shoah

LINK AL SITO DEL CENTRO STUDI MARTELLA

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Anche Stalin e Pol Pot sterminarono milioni di persone, ma voi intellettuali sinistroidi non ne parlate mai.

dosenegal ha detto...

la lista è ancora più lunga sicuramente, ma neanche tu ne parli, lo accenni solo, e pretestusamente.
come siete abituati a fare, vi giocate il ricordo dei morti come merce di paragone, a peso, "quelli" contro "questi".
Hitler, Stalin, Pol Pot ecc. hanno scritto pezzi di storia tragica, Totò, solo una poesia: " 'A livella" che più che un dialogo fra morti voleva avere il senso di un messaggio per i vivi.

Sandro ha detto...

non sono un intellettuale, ho fatto il ragioneria e poi economia e commercio, leggo L'ATTACCO e qualche volta LA REPUBBLICA. Leggo i libri ce mi regala Malatempora e quelli che mi consiglia mia moglie. Non scrivo nulla di serio da anni, o forse non l'ho mai fatto.

Non sono nemmeno comunista e non me ne frega nulla di difendere Pol Pot, Stalin e tutti gli altri.

Vuoi fare una iniziativa per ricordare i morti uccisi dai comunisti? falla pure, scrivi un libro, fai un film, uno spettacolo teatrale, una mostra... l'uomo più ricco d'Italia è dei vostri, potrebbe finanziarti... al massimo ti toccherebbe inserire nel cast qualche puttanella amica dei senatori diniani o mastelliani.