mercoledì 13 febbraio 2008

Minacce anche a Salatto (e a De Finis)



Una busta contenente due bossoli di fucile inesplosi ed esplicite minacce di morte è stata recapitata nel tardo pomeriggio di oggi all'assessore alla cultura del Comune di Foggia Potito Salatto. La missiva minatoria è stata recapitata, a mezzo posta, presso l'emittente televisiva Teleblu. La lettera è stata immediatamente consegnata alla Polizia di Stato del Capoluogo che ha avviato le indagini. Secondo gli stessi inquirenti si tratterebbe, anche in questo caso, di un gesto da parte di un mitomane. (fonte TeleRadioErre)

Io non lo so se si tratta, in questo caso come in quello precedente, di un mitomane o di un criminale. Del Carmine è l'Assessore alla Legalità, Pernice un cronista (anche) di nera, ma Salatto cosa c'entra? le minacce riguarderebbero la sua attività di editore, di assessore o di imprenditore nel campo della sanità privata?
In ogni caso ho mandato una mail di solidarietà a Salatto presso l'Assessorato e presso TeleBlu e mi auguro che vengano beccati gli autori. Così come mi piacerebbe venissero beccati gli autori delle tante minacce e rapine che ormai a Foggia sono all'ordine del giorno, e magari che qualcuno scoprisse chi ha fatto uccidere Marcone...

PS: Per favore vedete di finirla, che preferisco scrivere interventi che avviano quelle discussioni che Ciccarelli ha definito "risibili" piuttosto che mail di solidarietà a persone minacciate.

PPS: Minacce e proiettili a Michy de Finis
Una busta di tipo commerciale contenente due proiettili per fucile da caccia ed una lettera di ingiurie è stata inviata all'editorialista di Teleradioerre Michy de Finis. La lettera è stata recapitata dal servizio postale pubblico presso l'emittente Teleradioerre ieri mattina, ma è stata consegnata a de Finis solo questa sera, pochi minuti prima dell'inizio della trasmissione 'Chiaro di luna', di cui è conduttore. Immediatamente è stata avvisata la Polizia di Stato, che ha provveduto a prendere in consegna busta, lettera e proiettili. (fonte www.teleradioerre.it)

5 commenti:

Chillulla ha detto...

Leggo sul sito di Teleradioerre che anche Micky De Finis avrebbe ricevuto una lettera minatoria con proiettili. Piena solidarietà anche a lui, oltre che a Salatto.
Enrico Ciccarelli

P.S.: risibili, Sandro; e in qualche caso direi risibilissime. Ma non è un difetto

Sandro ha detto...

Mail ricevuta (prima delle minacce a De Finis)


Solidarietà del PD di Foggia all'assessore Potito Salatto
Piemontese: "Tutta la politica cambi i suoi riti e linguaggi"

Il Partito Democratico esprime la più forte vicinanza a Potito Salatto, imprenditore che sta profondendo così grandi energie per riempire di significato l'impegno pubblico, in qualità di assessore alla Cultura del Comune di Foggia.
L'episodio intimidatorio di cui è rimasto vittima, così come quelli che hanno colpito un funzionario della CGIL, una consigliere circoscrizionale, l'assessore alla Legalità Lino Del Carmine e il giornalista Luca Pernice, non possono essere banalizzati solo come gesti mitomani.
Sono, invece, testimonianza di quanto siano nevralgici alcuni presìdi che non si stancano di affermare la cultura della legalità e della responsabilità in ogni segmento della vita collettiva: dai luoghi di lavoro alle istituzioni pubbliche, dalla scuola agli organi di informazione.
Tutta la politica deve prendere piena consapevolezza non solo dell'importanza di una condanna corale, ma anche della necessità di una svolta nei riti e nello stesso linguaggio con cui si articola la sua presenza nel corpo di una società scossa da pesanti squilibri.

Raffaele Piemontese
Coordinatore Partito Democratico - Foggia

Sandro ha detto...

x Enrico: ho aggiornato il post. Spero di non doverlo aggiornare più.

Per il resto forse è il caso che smetta di sfotterti, visto che con i tuoi post hai convinto il Governo a non spostare le elezioni provinciali :-)

Chillulla ha detto...

Vedrai quando farò restituire ala Juventus gli scudetti 2004-2005 e 2005-2006! :-)

Sandro ha detto...

LA SOLIDARIETA' DI CILIBERTI A DE FINIS (fonte www.ilgrecale.it)

"Il tentativo di intimidire con minacce e proiettili professionisti che operano nel campo dell’informazione è emblema dell’inqualificabile volontà, di qualcuno, di ingenerare, specie in determinati ambienti, un clima di sospetto dal quale la città deve difendersi dando una ponderata lettura a questi episodi". Così il sindaco Ciliberti commenta e stigmatizza l’atto intimidatorio, indirizzato all’editorialista e dirigente provinciale Micky de Finis, esprimendo a lui e alla sua famiglia la più affettuosa solidarietà. "Forte – aggiunge Ciliberti - della sua decennale esperienza in ambito amministrativo e giornalistico, l’amico Micky de Finis non ho dubbi che saprà trarre da questo inqualificabile gesto un motivo in più per proseguire nella sua tenace attività di giornalista, osservatore e critico, degli eventi che accadono nel nostro territorio". Ciliberti, nel ribadire piena vicinanza a Micky de Finis e a coloro i quali sono stati recentemente destinatari di missive minatorie, conclude affermando che "la coralità tra istituzioni, politica, forze dell’ordine, società civile, organi di informazione, attori dello sviluppo, è il tramite per tenere alto, in questa città, il presidio di legalità e civiltà". (Il Grecale - Red/Fg10).